Il Giardino ritrovato

Cammarata 

Progetto di studio e valorizzazione di un bene culturale e paesaggistico
a cura dell' I.C. "Giovanni XXIII " di Cammarata ​

Il progetto didattico "Il giardino ritrovato" è un progetto pluriennale dell'istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Cammarata, Comune in provincia di Agrigento. 
​E' nato dalla curiosità di sapere cosa ci fosse dietro quelle alte mura in pietra alla periferia del paese, da cui a tratti era possibile intravedere alberi carichi di arance, fichi e gelsi...Era un giardino abbandonato di un Ente pubblico e abbiamo chiesto se era possibile averlo per la nostra Scuola, per svolgervi dei laboratori e delle attività ricreative: e ci è stato subito concesso. E' stato quindi adottato legalmente dal nostro Istituto Comprensivo per essere “riscoperto” dagli alunni, dalle famiglie e dagli studiosi per essere gradualmente rivalorizzato e restituito alla cittadinanza tutta.
Un’area verde di 1900 metri quadrati, abbandonata e per decenni misconosciuta dagli stessi cittadini di Cammarata, è in realtà il giardino residuo di un monastero benedettino femminile abitato per tre secoli, fino alla fine del 1700. Probabilmente  è un raro esempio di "giardino dei semplici" giunto fino a noi.  Il nostro viaggio a ritroso nel tempo cerca di ricostruire la sua storia e quella del nostro paese, immaginando ciò che non esiste più,  per non dimenticare le nostre radici e soprattutto proporre un futuro sostenibile.
Grazie al  lavoro di squadra svolto dai ragazzi, dai docenti, dalle famiglie, dagli Enti coinvolti e da tanti amici entusiasti dell'iniziativa, nel mese di ottobre 2020 la Soprintendenza BB.CC.AA. di Agrigento ha sottoposto l'area del giardino e le sue mura a "tutela preventiva  ai sensi del Codice dei Beni culturali e del paesaggio" e pertanto sono oggi protette dallo Stato.  E' un primo fondamentale traguardo raggiunto dal Progetto ma già ce ne siamo posti altri per i prossimi anni scolastici, sperando di poter rendere "il giardino dell'Annunziata" fruibile a tutti prima possibile. 

Scopri "Cammarata"

Scopri S.G. Gemini

Gli obiettivi

Uno degli obiettivi fondamentali del progetto "IL GIARDINO RITROVATO" è il
 

  • POTENZIAMENTO DELL’EDUCAZIONE AL PATRIMONIO CULTURALE, ARTISTICO E PAESAGGISTICO.
     

  • Secondo l’articolo 9 della Costituzione italiana, “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della nazione”.

  • Il M.I.U.R. nel suo sito riporta:  <<La Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore del Patrimonio culturale – “Convenzione di Faro” del 2005,  sottoscritta dall’Italia nel 2013 - rivendica la conoscenza e l’uso del patrimonio come diritto di partecipazione dei cittadini alla vita culturale e ribadisce il valore del patrimonio culturale sia come fonte utile allo sviluppo umano, alla valorizzazione delle diversità culturali e alla promozione del dialogo interculturale, sia come modello di sviluppo economico fondato sul principio di utilizzo sostenibile delle risorse>>
    Il tema conduttore “FUTURI CITTADINI”, scelto per il P.T.O.F. 2019/2022 del nostro Istituto Comprensivo, appare congruente con quanto premesso e con il progetto poiché esso mira a potenziare il ruolo della scuola quale propulsore di CITTADINANZA ATTIVA, anche sensibilizzando  gli  alunni al proprio PATRIMONIO CULTURALE E PAESAGGISTICO con l’obiettivo formativo di educarli alla sua tutela quale BENE COMUNE. 
    Nell’ambito delle COMPETENZE CHIAVE EUROPEE si è scelto di raggiungere un MIGLIORAMENTO IN MATERIA DI CITTADINANZA; COMPETENZA PERSONALE, SOCIALE E CAPACITÀ DI IMPARARE A IMPARARE.
    Inoltre il progetto persegue implicitamente i seguenti
    OBIETTIVI DI PROCESSO:
     

  • Organizzare attività di cooperative learning e percorsi di apprendimento in situazione;

  • Potenziare percorsi di orientamento;

  • Potenziare legami ed interazioni con il territorio;

I contatti

Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII" 
​Scuola dell’infanzia, Primaria e Secondaria di 1° Grado           
Largo dei Pini – 92022 CAMMARATA (AG)

   
tel./fax +390922909106         mob. 3891711518 (doc. referente)                 
mail progetto: ilgiardinoritrovatocammarata@gmail.com
e-mail: agic82700x@istruzione.it –

P.E.C.: agic82700x@pec.istruzione.it 

           
sito web: www.icgiovanni23esimo.edu.it

  • Facebook

Scegli di vivere a Cammarata!

Strategie adottate

Innanzitutto ci siamo proposti  di  COINVOLGERE CITTADINI ED ENTI PER METTERE IN RELAZIONE ENERGIE POSITIVE  poiché accade di frequente che le competenze specialistiche di Enti e di persone che agiscono sullo stesso territorio non interagiscano tra loro,  rendendo di fatto il contesto di riferimento statico.
 Il progetto “Il giardino ritrovato” ha in parte superato questo gap: si sono chiesti e ottenuti i seguenti Patrocini al progetto:
- della Soprintendenza BB.CC.AA. di Agrigento 
- della Curia Vescovile di Agrigento
- del C.I.R.I.T.A. (Centro Interdipartimentale di Ricerche sulla Interazione Tecnologia – Ambiente) dell’ Università di Palermo
- dell’A.S.P. 1 di Agrigento che ha concesso l'area alla scuola 
- dell’Associazione nazionale  ITALIA NOSTRA 
- del Comune di Cammarata
- della Parrocchia della Chiesa Madre di Cammarata ed essi hanno iniziato a dialogare per raggiungere lo stesso fine.
 
Da ultima si è aggiunta la fattiva intesa con l’I.P.I.A “Archimede” di Cammarata, in un innovativo peer tutoring tra alunni di età differenti, con un progetto di “Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento” (ex alternanza scuola-lavoro) per condurre esami gratuiti  non invasivi del terreno che potrebbero portare ad intravedere reperti nel sottosuolo tali da stimolare indagini di scavo ed approfondimento da parte degli enti preposti (che non è stato possibile attuare entro giugno 2019 a causa delle restrizioni sanitarie da Covid, ma che contiamo di realizzare da novembre 2020).
Alcuni professionisti locali invitati hanno incontrato gratuitamente i ragazzi durante il laboratorio per condividere le proprie esperienze e competenze sul tema.
Un'altra strategia che ci siamo imposti è quella di PRODURRE LAVORI MULTIMEDIALI DI FACILE DIFFUSIONE, perché la Scuola deve essere veicolo di competenze. Per questo abbiamo deciso di CONDIVIDERE ATTRAVERSO INTERNET i risultati del laboratorio con una platea quanto più possibile ampia, per favorire la diffusione delle informazioni e soprattutto la condivisione dell’idea progettuale  nella comunità esterna al mondo della scuola.
​Per questo stesso questo fine erano state pianificate anche altre strategie nel progetto  che  non abbiamo potuto attuare in questo anno scolastico 2019/20 a causa della pandemia da Covid, e sono:

  • ALLESTIRE UNA MOSTRA FINALE per condividere i risultati degli studi con l’intera comunità, interna ed esterna alla scuola.

  • PRODURRE OPUSCOLI DIVULGATIVI per sintetizzare gli esiti,  far conoscere quest’area e favorirne la riappropriazione da parte dei cittadini

  • ATTUARE UNA GIORNATA DI STUDI presso uno spazio pubblico dove gli alunni, alla presenza di famiglie e autorità, potranno esporre i risultati del laboratorio per diventare poi ciceroni dell’area.

  • FAVORIRE LA FRUIBILITÀ DI QUESTO GIARDINO agli alunni degli istituti scolastici presenti nei territori di Cammarata e San Giovanni Gemini, agli studenti universitari, alle associazioni no-profit che operano sul territorio con fini condivisibili,  ai cittadini locali e ai turisti, favorendone altresì l’utilizzo per la realizzazione di manifestazioni culturali quali mostre, esibizioni musicali, incontri, lezioni all’aperto, attività ricreative, attività di riabilitazione e di inclusione.  

  • FAVORIRE L’INTEGRAZIONE NEL TESSUTO URBANISTICO ​

 Speriamo nel prossimo anno scolastico di poterle attuare e di riportarne qui i risultati.

Service learning

Il progetto “Il giardino ritrovato"  sposa gli scopi e le modalità del Service learning:  “Il territorio diventa ambiente di apprendimento, l’esperienza scolastica è strutturata all’interno della comunità e l’acquisizione di conoscenze, valori, abilità e atteggiamenti è associata con l’impegno civico”.   La nostra scuola diventa  tramite tra un Bene culturale e paesaggistico, mai valorizzato, e i cittadini  di Cammarata che ne sono in realtà i legittimi detentori. ​

fasi del progetto

Durante l'anno scolastico 2019-20 è stato possibile svolgere queste fasi del progetto:

  • ​FASE 1:  LABORATORIO pomeridiano di n. 3 ore settimanali con n. 30 alunni volontari ​(novembre 2019-maggio 2020)

- Studio dal punto di vista storico, geografico: presa visione dei documenti archivistici, dei libri e delle opere pittoriche che citano il convento dell’Annunziata e il giardino, della cartografia storica e attuale; comprensione delle relazioni con la attigua e pertinente Chiesa dell’Annunziata e, per riflesso,  studio della chiesa e delle opere d’Arte in essa contenute.
- Visita alla Biblioteca Lucchesiana ad Agrigento, diretta e implementata da Padre De Gregorio (1923-2006), grande studioso della Storia di Cammarata e principale fonte delle notizie storiche approfondite sul nostro paese (effettuata il 17 febbraio 2020)
- Visita alla Chiesa Madre di Cammarata, per osservare e fotografare il dipinto di M. Lapis del XVII secolo che raffigura Cammarata e il giardino in questione.
- Esame dell’area in aula attraverso le carte e  Google Earth, per comprendere bene il suo orientamento, la sua altimetria,  la sua collocazione rispetto al centro abitato e alla Chiesa dell’Annunziata,  rispetto al tangente torrente Turibolo (che quasi certamente fu  utilizzato dalle monache  per la sua irrigazione).
- Produzione di prodotti multimediali di sintesi.

  • FASE 2: ADOZIONE DELL’AREA DEL  GIARDINO DELL’ANNUNZIATA DA PARTE DEL NOSTRO ISTITUTO, attraverso un contratto di comodato d’uso gratuito  per attività di ricerca e di studio con l’ ASP 1 di Agrigento che ne è proprietaria (13 febbraio 2020)

  • FASE 3:  PULIZIA DELL’AREA da parte dell'E.S.A. ( Ente di Sviluppo Agricolo Siciliano con cui il nostro Istituto ha stipulato un'apposita convenzione), dell'A.S.P. di Agrigento proprietaria del terreno, per quanto riguarda i rifiuti speciali ivi presenti, e del Comune di Cammarata, già partner ufficiale del progetto: dopo tanti anni di abbandono l’area necessitava di essere bonificata da numerose piante infestanti e da rifiuti anche speciali.

  • FASE 4:   PARTECIPAZIONE AL SECONDO “FESTIVAL NAZIONALE DELL’APPRENDIMENTO SERVIZIO- SERVICE LEARNING promosso dal MIUR  (4 marzo 2020).

I tempi

Il laboratorio del Progetto si è svolto da novembre 2019 a giugno 2020; fino a marzo 2020, gli incontri dei gruppi di lavoro si sono svolti a scuola, ogni giovedì pomeriggio. Da marzo 2020 a giugno 2020 gli incontri  sono diventati videoconferenze, dedicate ogni giorno della settimana ad un gruppo e a un lavoro diverso.

Competenze

​Il progetto prevede chiaramente l’acquisizione di COMPETENZE TRASVERSALI a diverse discipline cercando di attuare un apprendimento significativo: la Storia, la Geografia, la Storia dell’Arte, l’Italiano, la Lingua Inglese, la Tecnologia, la Scienze.
Tra queste:
-    Imparare ad agire insieme per un obiettivo comune
-    Progettare un percorso organico di lavoro finalizzato 
-    Migliorare le competenze digitali
-    Saper interagire in situazioni comunicative con chiarezza e proprietà lessicale
-    Sentirsi parte della comunità scolastica e di quella di Cammarata
-    Riflettere sul proprio ruolo di studente oggi e di cittadino domani
Le ricadute sulle competenze specifiche nelle discipline suddette sono ovviamente molteplici.