San Giovanni Gemini

Abitanti al 30/11/2016 8023

Capoluogo Agrigento

DistanzeAgrigento: Km.50  - Palermo: Km.90 – Aeroporto Punta Raisi: Km. 130

Altezza media 7670s.l.m. – Altezza Monte Cammarata 1578 m. slm.
Coordinate37°37′45″N 13°38′30″E

mappa di san giovanni gemini agrigento s
Cosa vedere
san giovanni gemini antica
LA CHIESA MADRE
Voluta dal duca Ercole Branciforti e realizzata con il concorso di tutta la popolazione e del suo Arciprete don Girolamo Vanni, risale ai primi del 600. Completata dopo il 1620 dall'arciprete don Girolamo Giambruno, nel 1645 vi fu  portata l'effige lignea di Gesù Nazzareno. La data del 1708 che si legge sull'architrave della porta principale indicherebbe l'anno in cui venne completata. La Chiesa è a tre navate lunghe 35 metri. La centrale larga 7,50 metri, presenta sullo sfondo, al centro del coro, un altare maggiore ricco di marmi preziosi. Otto sono le cappelle laterali. Molto interessanti dal punto di vista artistico gli stucchi presenti ai tre lati del Coro, sopratutto quello che raffigura le Marie e San Giovanni ai piedi del Nazzareno. Più volte restaurata è il centro religioso del paese.
MADONNA DEL CARMELO
Originariamente dedicata a San Giovanni Battista, fu costruita dal conte Federico Abatellis verso la metà del '500. Ampliata e ceduta ai Padri Carmelitani che la intitolarono alla Vergine del Carmelo, fu abbandonata per oltre un secolo dagli stessi affidatari, a seguito di una frana che li costrinse ad allontanarsi dal paese. 
MADONNA DI FATIMA
Sorta nel 1961 nei saloni della vecchia centrale elettrica, è stata eretta a parrocchia il 21 febbraio 1962. Semplice e lineare dal punto di vista architettonico è una chiesa moderna.
IL CONVENTO DEI CAPPUCCINI
Iniziato a costruire nel 1572 per volere del duca Ercole Branciforti e completato alcuni anni dopo , è stato più volte restaurato nel '600. Prima del codice napoleonico fu luogo di sepoltura e vi rimangono tuttora numerose tombe. Oltre ad una tela che raffigura la Madonna tra S. Francesco e S. Lucio, posta 1677 sull'altare maggiore, è possibile ammirarvi il prezioso tabernacolo in legno scolpito da anonimo. In seguito il convento fu arricchito di una biblioteca e da molte tele del celebre pittore cappuccino Fra Fedele da San Biagio, in realtà Matteo Sebastiano Palermo Tirrito, nato a S. B. Platani il 18.01.1717 e morto a Palermo il 9.08.1801.
CHIESA DI SANTA LUCIA
CHIESA DI SANTA LUCIA
Anticamente chiamata la "Chiesa del Purgatorio" è la più piccola delle chiese esistenti a San Giovanni Gemini. Costruita durante il '600 ha un bel portale in pietra. Conserva nell'abside un interessante quadro di autore ignoto dedicato alle Anime del Purgatorio, attribuibile a Fra Fedele da San Biagio, del quale sono presenti tele in diverse chiese di Cammarata,  oltre che svariati e pregevoli affreschi del Prof.Giovanni Philippone. Accanto alla piccola chiesetta i locali del vecchio oratorio festivo voluto da Don Michele Martorana.
IL MONUMENTO DELL'IMMACOLATA
Nella Piazza Alcide de Gasperi, nel 1956 è stata collocata un importante monumento in bronzo, l'Immacolata Concezione, realizzata da Giuseppe de Caro, su bozzetto del Prof.Giovanni Philippone Questa sacra raffigurazione, eretta nel centenario del Dogma dell'Immacolata Concezione, dai tratti plastici e pacati, è espressione non solo della grande devozione dei Sangiovannesi ma anche del risveglio sociale, dato che questa è la prima opera che la comunità inaugura dal dopoguerra.
ECCE HOMO
Si tratta di una piccola cappella sita in Corso Umberto I, edificata in memoria di una missione dei Padri Liguorini agli inizi del secolo, votato al Cristo in catene, oggi rappresenta un luogo di raccoglimento e di preghiera "autogestito" con impegno, dalla gente devota. Dopo il restauro il Cristo, offre al pubblico un'immagine piu' sofferta, avendo il restauratore, evidenziato la ferita sul torace.

PASSAGGIO AL NUOVO MILLENNIO​

Monumento ai valori del terzo millennio, posto in piazza kennedy è stato inaugurato il 12 maggio 2002. Progettato dall'Arh. Riccardo Scibetta, ha voluto rappresentare un passaggio simbolico dal vecchio al nuovo, dove l'accostamento delle steli in cemento armato, rappresenta proprio il passaggio. Le forme umane che lo attraversano con difficoltà, rappresentano i valori che si rinnovano e si caricano di nuovi significati. Le due stele sono alte all'incirca 6 metri e spesse 15 centimetri, i corpi sono di altezza media 2 metri in lamiera di acciaio spesso 10 millimetri, saldamente ancorati al basamento, sono liberi di ossidarsi nel tempo, come nella natura dell'uomo e delle cose, mentre dopo l'attraversamento sono in lucido acciaio, inalterabili come gli ideali che danno vita alla storia dell'uomo.

LA SCALINATA
Inaugurata nell'aprile del 2002, è stata realizzata su pietra lavica maiolicata, dalla bottega Calatina di Caltagirone, su idea del pittore sangiovannese Arkone, che ne ha realizzato il disegno su faesite, è un monumento che vuole dare ai turisti l'immagine della nostra tradizione più grande "il Carro di Gesù Nazareno"
MONUMENTO AI CADUTI
Si trova in Viale Dionisio Alessi e rivolge un "pensiero" ai caduti di tutte le guerre, realizzato nel 1996, è un bassorilievo in bronzo smaltato. L'opera realizzata da un giovane Cammaratese, Franco Reina, "ritrae" ,quasi fotografandoli, tre soldati del periodo bellico.
SAN PIO
Mentre il 2 maggio,  a Roma, il Papa lo dichiarava beato,  a San Giovanni Gemini e Cammarata, un gruppo di fedeli costituiti in comitato, hanno raccolto fondi per la realizzazione di una statua in suo onore. Il comitato e l'Amministrazione Comunale di San Giovanni Gemini, hanno individuato nella Piazza Ameglio, il luogo dove collocare la statua bronzea. Il monumento è stato inaugurato domenica 23 maggio 1999, con la celebrazione di una solenne Messa, officiata dal Vicario Provinciale dei Frati Cappuccini di Palermo, a cui hanno partecipato migliaia di fedeli sangiovannesi e cammaratesi. Da quel giorno il monumento è meta di continuo pellegrinaggio per affidare a San Pio preghiere speranze e sofferenze. 

Alcuni Consigli su...

Shopping:

Shopping a piedi al centro
di San Giovanni Gemini
pecore cammarata.jpg
Scopri le escursioni
Continua nelle sezioni...

INFO: contatto@cammaratasangiovannigemini.com 92022 Cammarata, Agrigento,Italia

Questo sito è protetto da Copyright ©   Deposito DEP636765990002465552 tutti i diritti sono riservati